MENDICINO. Sul palazzo Del Gaudio-Campagna

Il Palazzo Del Gaudio-Campagna è certamente uno dei simboli più famosi di Mendicino. Tuttavia, la sua storia non è stata ancora ricostruita completamente. Un dato inconfutabile è certamente l’iscrizione posta sotto lo stemma all’ingresso che ricorda come Carlo Del Gaudio ne realizzò i lavori tra il 1780 e il 1784. Com’è noto, successivamente la storia del palazzo si intrecciò con quella della famiglia Campagna, originaria di Serra Pedace. Un recente ritrovamento di un atto notarile presso l’Archivio di Stato di Cosenza, potrebbe offrire nuovi elementi per la ricostruzione della storia dell’edificio. Il documento in questione fu rogato tra lo stesso Carlo del Gaudio e Nicola Filippelli, procuratore della chiesa di San Giuseppe che si erge nei pressi del palazzo. L’atto, risalente al settembre 1781, fa riferimento all’acquisizione di un censo da parte di Carlo Del Gaudio di un debito che un certo Tommaso Olivella aveva contratto con la chiesa stessa. Nel 1777, infatti, Olivella aveva preso a censo “un largo della suddetta chiesa dove vi era un piede d’oliva sito dentro questa terra (di Mendicino nda.) al loco detto Innanzi San Giuseppe”, per la somma di nove ducati da pagare nella misura di nove carlini annui. Proprio in quel largo, Olivella iniziò a costruire un palazzo, ma morì quando ancora di esso erano state costruite solo le mura. Gli eredi “per essere miserabili” non poterono più continuare i lavori né tantomeno estinguere il debito di Tommaso. Nel 1779, pertanto, si accordarono con Carlo Del Gaudio che acquisì sia il palazzo in costruzione sia il debito che gli Olivella avevano ereditato con la chiesa di San Giuseppe. E, appunto, tramite l’atto notarile rinvenuto, che nel preambolo ricostruisce anche il precedente accordo tra gli Olivella e Del Gaudio, si stabilisce che quest’ultimo avrebbe corrisposto, a partire del 1782 la somma mancante in “rate” da pagarsi ogni mese di agosto. È evidente che questo palazzo possa essere identificato con l’attuale Palazzo Del Gaudio-Campagna e in questa vicenda si può rintracciare la ratio della sua nascita. Una storia comunque ancora da approfondire, per un edificio storico che ben poco ha da invidiare ai più blasonati palazzi storici di Cosenza.

Da Parola di Vita del 3 marzo 2016, pag. 1012825365_10207024054831629_1193433948_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...